In agosto tutti i nostri negozi compro oro sono regolarmente aperti.
I centri Orofacile

Come pulire l'oro usato

Come pulire l'oro usato in modo rapido riportandolo all'originale splendore

Imparare come pulire l'oro usato può essere molto utile in molte circostanze: se intendi indossare dell'oro vecchio, dopo averlo pulito il risultato sarà sicuramente più apprezzabile.
Del resto lucidare oro è una delle attività meno invasive e che portano più velocemente l'oro usato agli antichi splendori attirando l'attenzione di chi osservare.
Non solo, la pulizia oro è consigliata prima di vendere oro usato perché, se è vero che non cambia le caratteristiche fisiche dell'oro, sicuramente può comunicare una maggiore cura nella conservazione degli oggetti realizzati con questa lega metallica preziosa.

Pulire l'oro è sempre una buona idea

L'oro è un metallo prezioso con proprietà fisiche particolarmente apprezzate fra cui una buona resistenza a fenomeni che ne possano intaccare superficie e aspetto.
L'ossidazione, per esempio, non colpisce frequentemente gli oggetti preziosi realizzati in oro, cosa che invece capita spesso ai manufatti in argento.

Tuttavia l'uso frequente può comunque contribuire ad una generale perdita di lucentezza pertanto è sempre consigliabile, ogni tanto, provvedere ad effettuare una pulizia non aggressiva per togliere le tracce di grasso e crema che solitamente si depositano sui gioielli in oro che si è soliti indossare come anelli e bracciali in oro.
Grasso e crema infatti tendono a produrre una patina opaca: pensa agli anelli che sono frequentemente a contatto con la pelle come per esempio la fede in oro a 18 carati oppure un solitario di fidanzamento.
Allo stesso modo anche detergenti e profumi possono creare dei depositi superficiali che andrebbero rimossi: pulire l oro è sempre una buona idea e puoi farlo in modo semplice seguendo poche e semplici indicazioni.

Come pulire oro giallo senza sforzi

Se stai cercando informazioni su come lucidare la fede di oro giallo che possiedi o se devi pulire oro giallo in generale come per esempio una montatura in oro 750, il modo più semplice ed efficace è quello di utilizzare un piccolo quantitativo di detersivo per i piatti e dell'acqua calda.

Versando il detersivo per piatti in una piccola bacinella contenente dell'acqua calda e avendo cura di mescolare, produrrai una soluzione ideale per lasciare a bagno i tuoi oggetti in oro: devi avere cura di non utilizzare acqua bollente e ricordarti di ritirarli dopo circa quindici minuti.

Non succede niente di grave se l'acqua è più calda del dovuto o se lasci i tuoi oggetti preziosi per più tempo a bagno: per risciacquare i manufatti che hai deciso di lavare puoi addirittura pensare di utilizzare dell'acqua frizzante che è particolarmente funzionale per rimuovere i residui del detergente dalle fessure e dagli spazi più ostici.
Lo stesso metodo si può utilizzare anche per monete d'oro o lingotti d'oro e tutte le altre superfici in oro.
Ecco come si pulisce l oro giallo in modo facile e veloce senza recare danno ai tuoi amati oggetti preziosi.

Come pulire l'oro bianco ingiallito: fai attenzione ai dettagli

L'oro bianco, contrariamente a quanto visto per la pulizia oro giallo, richiede una maggiore attenzione a causa della sua composizione: devi sapere infatti che l'oro bianco è ottenuto tramite una particolare lavorazione che consiste in un rivestimento in rodio, un particolare metallo che dona la particolare lucentezza di cui è caratterizzato l'oro bianco.
Purtroppo questo rivestimento, con il tempo e con l'usura, tende ad opacizzarsi molto più rapidamente rispetto all'oro giallo o ad altri metalli preziosi come il platino: per questo motivo è necessario allungare i tempi di lavaggio previsti per l'oro giallo.

La procedura è la stessa, detersivo per i piatti e acqua calda per un periodo più lungo di quindici minuti con risciacquo usando acqua frizzante.
Non usare mai l'aceto o l'alcol: il primo tendere a corrodere la superficie mentre il secondo aumenta il rischio di opacizzazione.
Anche profumi e spray contenenti alcol possono essere lesivi addirittura aggredendo la placcatura in rodio e danneggiando così il tuo gioiello in oro bianco.

Nel caso in cui il rivestimento in rodio risulti compromesso, puoi pur sempre sottoporre, sempre in un laboratorio specializzato, il tuo oggetto prezioso ad una nuova rodiatura che consiste in una lavorazione che recupera la placcatura in rodio.
Conoscere come pulire l'oro permette di riportare i tuoi oggetti in oro all'originale splendore senza fatica e con una spesa irrilevante.

Lucidare l'oro per un risultato ancora più piacevole

Dopo la pulitura oro è tempo di parlare di come lucidare l'oro.
Gioielli in oro giallo e oro bianco, anche dopo averli puliti accuratamente, possono risultare meno lucenti rispetto a quando li hai acquistati: è un problema risolvibile? Certamente si!
Dopo aver scoperto come lavare l'oro per rimuovere residui derivanti dall'uso ed eventuali accumuli di polvere, ti serve sapere come lucidare oro ed eventualmente altri gioielli in tuo possesso per riportarli all'originale brillantezza.
Per prima cosa non utilizzare mai sostanze corrosive perché tendono ad intaccare la superficie, soprattutto nel caso dell'oro bianco: utilizzare l'ammoniaca è quindi una pessima idea.
La prima possibilità utile per lucidare oro giallo è di utilizzare prodotti specifici per la pulizia di metalli preziosi tramite il panno suggerito dal produttore del prodotto pulente che deciderai di acquistare.
In alternativa, puoi ricorrere ad un normalissimo dentifricio e ad uno spazzolino da denti con setole morbide: il dentifricio infatti ha delle proprietà che permettono di lucidare l'oro senza graffiare la superficie.
Procedi mettendo un po' di dentifricio sullo spazzolino e inizia a sfregare delicatamente l'oggetto in oro che vuoi lucidare: dopo pochi minuti potrai apprezzare il risultato e ammirarne la nuova lucentezza.
Questo metodo è particolarmente indicato se intendi lucidare oro bianco ma in questo caso potresti addirittura utilizzare un panno morbido al posto dello spazzolino per essere assolutamente certo di non intaccare la superficie: ricordati in ogni caso di risciacquare sempre gli oggetti con dell'acqua tiepida.

Ovviamente puoi anche portare i tuoi oggetti in oro presso una gioielleria o un negozio compro oro a marchio OROFACILE e chiedere il servizio di lucidatura oro che, in pochi minuti, ti darà un risultato eccellente ad un modico prezzo.

Pulire gioielli in oro con pietre preziose

E se ti trovi nella necessità di pulire gioielli in oro che montano pietre preziose? Come ti devi comportare? Pulire e lucidare l'oro senza rovinarlo è un'operazione semplice ma in caso di pietre preziose incastonate o incollate occorre porre maggiore attenzione perché mettere a bagno gli oggetti in acqua, soprattutto se calda, potrebbe indebolire il fissaggio e quindi potresti rischiare con più facilità di perdere le pietre preziose nel normale utilizzo.
Inoltre, se i gioielli includono perle, coralli o altre gemme particolarmente delicate, potresti contribuire alla loro rottura: un peccato no?
Inoltre non è una buona idea usare lo spazzolino da denti suggerito per pulire l'oro perché, soprattutto quello a setole rigide, potrebbe graffiare le pietre preziose.
Se ti stai chiedendo quindi come pulire i gioielli in oro con pietre preziose, la risposta è semplice: prendi un panno umido, versaci poche gocce di sapone liquido delicato e strofina delicatamente i tuoi oggetti preziosi.
Una volta effettuata la prima passata, provvedi a rimuovere il detergente con un altro panno inumidito, magari simile a quello che si utilizza solitamente per pulire le lenti degli occhiali, e fai asciugare gli oggetti.
Dubbi o domande sul servizio compro oro?
Contattaci
WatsApp